DICHIARAZIONE VOLONTA' DONAZIONE ORGANI E TESSUTI - Comune di Dosolo

guida ai servizi - Comune di Dosolo

DICHIARAZIONE VOLONTA' DONAZIONE ORGANI E TESSUTI

  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Anagrafe

  • Responsabile dell'ufficio: Responsabile Area: dott.ssa Borghi Roberta
  • Contatti:
    TELEFONO: 0375-899921 FAX: 0375-899027 EMAIL: servizidemografici@comune.dosolo.mn.it PEC: segreteria.comune.dosolo@pec.regione.lombardia.it
  • Operatori: Rondelli Fabia - Ardenghi Elisa
  • Orari: Lunedì,Martedi, Venerdi, Sabato dalle ore 09.00 alle ora 12.30 - Mercoledi e Giovedi dalle ore 11 alle 13
Cos'è: Durante il rinnovo/rilascio della carta di identità, a tutti i cittadini maggiorenni viene data la possibilità (non l'obbligo) di esprimere la volontà in merito alla donazione dei propri organi e tessuti dopo la morte.
Attraverso la dichiarazione di volontà ogni singolo cittadino ha la possibilità di esprimersi liberamente, facendo in modo che, in caso di morte, la sua volontà venga rispettata.

Le adesioni registrate non verranno indicate sul documento di identificazione ma saranno trasmesse direttamente e in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti (SIT).
Il SIT è il sistema che viene costantemente consultato in caso di bisogno.

A chi non desidera esprimere alcuna dichiarazione, verrà comunque rilasciata la carta d'identità.

Chi può richiederlo: cittadino maggiorenne solo nel momento della richiesta o del rinnovo della carta d’identità.
Modalità di Attivazione: A Domanda
Come si richiede : Al cittadino che desidera esprimere la dichiarazione verrà richiesto di sottoscrivere un modulo indicando la volontà di donare o meno .

Una copia della dichiarazione verrà rilasciata all'interessato.

Una seconda copia sarà invece conservata dall'ufficio e inviata telematicamente al Sistema Informativo Trapianti (SIT) per la registrazione ufficiale.


E' possibile modificare la dichiarazione fornita recandosi solo all'ASL di competenza o fornendo una nuova dichiarazione negli altri modi possibili.

A norma dell’art. 7 del d.lgs. 196/2003 l’interessato al trattamento di dati ha diritto ad ottenere oltre all’integrazione e alla modifica dei dati resi in occasione della dichiarazione di volontà anche la loro cancellazione. In questo caso l’esercizio di questo diritto deve essere esercitato scrivendo all’ufficio anagrafe o all’ufficio Asl presso cui si è resa la dichiarazione facendone apposita richiesta (fac simile modulo richiesta in fondo alla pagina).
Nell’ipotesi di richiesta di cancellazione di cui all’art. 7, comma 3 del d.lgs. 196/2003 non si ha una modifica della dichiarazione di volontà precedentemente resa, ma una cancellazione della stessa.


ALTRI MODI PER DICHIARARE LA PROPRIA VOLONTÀ:

• all’ATS Valpadana (ex ASL di Mantova) distretto di Viadana ;

• all'Associazione Italiana Donatori di Organi (AIDO);

• la compilazione del c.d. "tesserino blu" del Ministero della Salute o del tesserino di una delle associazioni di settore, che deve essere conservato insieme ai documenti personali;

• qualunque dichiarazione scritta che contenga nome, cognome, data di nascita, dichiarazione di volontà (positiva o negativa), data e firma, (considerata valida ai fini della dichiarazione dal Decreto ministeriale 8 aprile 2000), anch'essa da conservare tra i documenti personali.


Se un cittadino non esprime la propria volontà in vita, la legge prevede la possibilità per i familiari (coniuge non separato, convivente more uxorio, figli maggiorenni e genitori) di opporsi al prelievo durante il periodo di accertamento di morte. Pertanto, è bene parlare anche con i propri familiari, poiché, in assenza di dichiarazione, essi vengono interpellati dai medici circa la volontà espressa in vita dal congiunto. Per i minori sono sempre i genitori a decidere, e se anche solo uno dei due è contrario, il prelievo non può essere effettuato.

Documentazione rilasciata: copia della dichiarazione volontà donazione di organi e tessuti
Validità documentazione rilasciata: la dichiarazione rimane valida fino a nuova dichiarazione (uguale o contraria) o annullamento della stessa
Spese a carico dell'utente: nessuna
Riferimenti legislativi (Normativa):
art. 3, comma 8-bis della Legge 26 febbraio 2010 n. 25 art. 43 del Decreto-Legge 21 giugno 2013 n. 69, così come modificato dalla Legge di Conversione 9 agosto 2013 n. 98. Deliberazione della Giunta Comunale n. 37 del 23 aprile 2015
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (642 valutazioni)